Cittā di Calatafimi Segesta (TP)

Itinerario/gita

Belvedere Francesco Vivona

Descrizione
Belvedere Francesco Vivona
Dal piano antistante il santuario del SS. Crocifisso, percorrendo il viale Oberdan ci si ritrova in un ampio piazzale panoramico, il Belvedere Francesco Vivona. Personaggio illustre della citta’, Francesco Vivona poeta, amico di Giovanni Pascoli a cui si deve la traduzione in endecasillabe scelti dall’Eneide di Virgilio.
Da questa posizione il 15 Maggio del 1860 il generale borbonico Francesco Landi, segui’ la battaglia di Pianto Romano. Per prevenire una insurrezione popolare, o assalti esterni, Calatafimi quel giorno venne presidiata da piu’di mille soldati napoletani, e due cannoni furono puntati contro l’abitato.
A occidente, in cima a una collina si staglia il Mausoleo di Pianto Romano, che custodisce i resti dei caduti della battaglia del 15 Maggio 1860, costruito su progetto dell’architetto palermitano Ernesto Basile.